Nerium Oleander

CARATTERISTICHE:

L’ Oleandro è un arbusto sempreverde appartenente alla famiglia delle Apocynaceae, unica specie del genere Nerium. È forse originario dell’Asia ma è naturalizzato e spontaneo nelle regioni mediterranee e diffusamente coltivato a scopo ornamentale. Viene anche denominato, in alcune regioni, “mazza di San Giuseppee ammazza l’asino”. Questo nome ha la sua ragion d’essere perché l’oleandro è veramente velenoso in ogni sua parte. Nonostante questo è una bellissima pianta coltivata in tutta la penisola per il colore sgargiante dei suoi fiori. Di crescita rapida, e resistente come poche altre piante alla siccità e al salino, si può coltivare con qualunque tipo di terreno, anche povero e sciolto; infatti nell’ambiente naturale gli oleandri vegetano spesso lungo il letto asciutto di fiumi e corsi d’acqua, dove non mancano sabbia, ghiaia e sassi. L’Oleandro è una pianta molto diffusa e amata. Per questo si possono trovare molte cultivar diverse e negli anni sono stati introdotti nuovi colori e forme del fiore. Per esempio oggi è facile trovare nei vivai esemplari dal fiore doppio o di color giallo acceso o salmone. Tuttavia molti continuano a prediligere i fiori semplici. Questo perché le varietà a fiore doppio hanno lo svantaggio di non essere autopulenti. Questo significa che il fiore il più delle volte secca o marcisce sul ramo obbligando il giardiniere ad intervenire periodicamente. Le piante con fiore semplice lasciano invece cadere i petali e quindi gli esemplari hanno un aspetto sempre pulito.

RESISTENZA CLIMATICA:

Essendo una pianta proveniente dall’Asia Minore, l’Oleandro predilige il clima mite con temperatura minima di 5 °C, la collocazione in luoghi caldi e assolati. Perciò può essere coltivato all’aperto, senza necessitare di alcuna protezione, solo nelle regioni del centro-sud. Nelle regioni settentrionali è bene, invece, metterlo al riparo durante la stagione invernale.

TOP