Citrus Myrtifolia (chinotto)

DESCRIZIONE:

Conosciuto ormai in Italia da molti secoli, è originario della Cina meridionale; abbiamo cenni storici che ne indicano la presenza nei giardini medicei già nel XVI secolo. La pianta è di medio-piccole dimensione dimensioni, dal portamento cespuglioso compatto e crescita lenta, molto produttiva.

UTILIZZI/CURIOSITA’

Presenta foglie piccole, coriacee, appuntite, che ricordano quelle del mirto che lo distinguono dagli altri agrumi. SI adatta bene bene alla coltivazione in vaso, ed è considerata una delle specie più interessanti dagli amanti dei bonsai per le sue caratteristiche di pianta quasi nana a causa della sua lenta crescita.
I frutti sussistono a lungo sulla pianta e la rendono particolarmente ornamentale, sono piccoli, schiacciati ai poli, di colore arancione intenso a maturazione e solitamente disposti a grappolo. Il sapore è acido e amarognolo, vengono utilizzati per fare bibite dissetanti dal sapore leggermente amaro o per fare canditi.

RESISTENZA CLIMATICA:

Le fioriture principali avvengono in primavera e autunno, ha fiori piccoli, abbondanti sia sui rami giovani che su quelli adulti, che contrastano con il fogliame di colore verde intenso. I fiori hanno un profumo avvolgente e soave.
TOP